Sbocchi occupazionali

Gli sbocchi occupazionali nell’industria del videogame possono essere davvero diversi e molteplici.
A regalare un quadro molto dettagliato della realtà che stiamo vivendo negli ultimi anni in questo specifico settore ci ha pensato l’Associazione Italiana Sviluppatori Videogiochi, l’ex AESVI.
Nel report pubblicato dall’ormai odierna IIDEA, si può notare come le industrie del videogioco in Italia sono in netta crescita.
Un’ascesa costante che implica come le figure ricercate debbano possedere sempre più competenze tecniche per lo sviluppo di videogame.
Ma dagli ultimi studi di IIDEA emergono dati davvero confortanti.

Età media

 
età media game designer napoli

 

Il primo fattore interessante da prendere in considerazione è senza ombra di dubbio l’età media.
Rispetto all’ultimo censimento, effettuato nel 2016, si registra infatti un aumento dai 33 ai 36 anni.

Un settore in ascesa e che negli anni sta consolidando sempre più le sue fondamenta.
Se da un lato oltre il 54% delle imprese ha cominciato la propria attività negli ultimi 36 mesi, dall’altro 1 realtà su 5 è ormai operativa da oltre 8 anni!

Formazione

scuola media superiore

Anche in questo caso le statistiche restituiscono un quadro più che incoraggiante.
Oltre il 40% degli intervistati possiede una licenza media superiore, un dato che dunque smentisce uno dei più classici dei luoghi comuni.
Per intraprendere questa professione non è necessario infatti aver ottenuto una laurea!
Anzi un dato così alto denota come la maggioranza delle competenze si acquisiscono sempre sul campo: attraverso la frequentazione di master o direttamente in ambito lavorativo!

Distribuzione territoriale

Un altro aspetto che può giocare un ruolo fondamentale è senza ombra di dubbio la distribuzione territoriale delle imprese.
A guidare questa speciale classifica c’è la Lombardia con ben 41, con Lazio ed Emilia Romagna che occupano i gradini più bassi del podio.
A livello provinciale sale la percentuale di Napoli che si attesta al 6%, subito dopo Milano e Roma.

Andiamo invece adesso ad elencare alcune delle figure ormai indispensabili e più ricercate nella videogame industry.

Game Designer

La figura del game designer negli anni ha assunto sempre più importanza all’interno del mondo dei videogiochi.
Diventare game designer è infatti il sogno di molti appassionati e addetti ai lavori, questo perché rappresenta non solo il cuore ma anche la mente di tutti gli aspetti del gioco.
Dall’architettura alle meccaniche, i personaggi e le regole: in definitiva il game designer è colui che progetta, organizza e comunica con il team di lavoro.

Software Developer

Quali sono le mansioni di un software developer?
È colui che nella pratica scrive il codice dei nuovi software, verificandone sempre l’efficienza e la qualità delle implementazioni.
È tra le figure professionali principali per il suo numero elevato di responsabilità: il software developer infatti lavora dapprima alla progettazione, poi procede con la pianificazione ed infine cura aspetti fondamentali come la scrittura, la crittografia e la codifica.

  • Software Developers and Computer Programmers
  • Animators, Artists, 2D Artists
  • Audio Engineers
  • Writers
  • Interpreters and Translators
  • Video Game Testers
  • Technical Support Specialists